Le differenze e le peculiarità di tutti i sistemi di sicurezza, da quella passiva a quelle di nuova generazione con l'utilizzo della rete.

Nell'ambito della sicurezza possiamo identificare due differenti metodi per garantire una maggiore protezione grazie ai sistemi di sicurezza attiva e passiva. I sistemi di sicurezza, sono rappresentati da tutto ciò che potrebbe limitare la fuga di eventuali intrusi nella nostra casa o nel nostro esercizio e la sostanziale differenza tra i due principali sistemi è che i primi hanno come punto di forza la tecnologia, come allarmi, videosorveglianza o agenzie di sicurezza, come Hydra Servizi Fiduciari, per i secondi invece di fa riferimento a grate, porte e serrature blindate ecc.

Le sostanziali differenze

C’è chi preferisce sofisticati sistemi di videosorveglianza e chi invece preferisce risparmiare utilizzando sistemi di sicurezza passivi. Ma quale sono le differenze tra i due? Qual’è il più sicuro?

La sicurezza passiva è rappresentata da tutti quegli elementi che in un certo senso rallentano l’intrusione in casa dei ladri esempi sostanziali sono i portoni blindate, le serratura corazzate o codificate, le casseforti, i caveau, le inferriate installate sugli infissi e le recinzioni, ,ma è importante sapere che la sicurezza passiva non impedisce l’ingresso dei malintenzionati presso la struttura che proteggono ma lo rallentano solamente.

I sistemi di sicurezza attiva invece rappresentano l’avanguardia della sicurezza che sfrutta la tecnologia, o l'intervento umano per proteggere un edificio o una casa; viene chiamata sicurezza attiva perché vengono utilizzati dispositivi che sono in grado di compiete azioni e prendere un iniziativa, come ad esempio l’allarme o meglio ancora un impianto di antifurto in grado di compiere più azioni: far suonare un allarme, inviare sms, chiamare determinati numeri, accendere luci ecc.

Da cosa è composto il sistema di sicurezza attivo

Di sistemi di sicurezza attivi ne esistono di differenti tipi, tra questi possiamo trovare alcuni elementi in comune ed essenziali al corretto funzionamento:

  • La centralina è il cervello di tutto l’impianto. Ha la capacità di gestire i dati e le immagini trasformandole in informazioni, gestendo i segnali sia in ingresso che in uscita attraverso apposite telecamere e sensori.
  • I sensori sono i veri e propri occhi dell’impianto, i quali permettono di catturare immagini e dati
  • Dispositivi di comando, come radiocomandi, telecomandi ecc, sono essenziali in quanto permettono di attivare o disattivare la protezione stabilita

Ma spesso tutto questo non basta, ed è di fondamentale importanza affidarsi a dei professionisti del settore, che sapranno indicarvi su quali sistemi e tecnologie orientarvi per non incappare in alcuna sanzione pecuniaria e vivere il proprio lavoro in sicurezza e tutta tranquillità, come la "Hydra Servizi Fiduciari" che grazie al proprio staff tecnico ha sviluppato negli oltre vent'anni di esperienza una vera e propria passione per questa professione, garantendo competenza ed affidabilità.

3/23/2022 telemaco